Quattro nomi per la scarpa maschile sinonimo di eleganza

831
0
CONDIVIDI

Oxford, Francesina, Balmorals, Richelieu, quattro nomi che indicano la regina delle scarpe maschili: la stringata con l’allacciatura chiusa alla tomaia, che ha tra i cinque e i sei paia di occhielli realizzati tramite la foratura diretta della pelle della scarpa, molto spesso di colore nero.

Compare in Scozia e in Irlanda già nel Seicento come evoluzione degli stivaletti Oxonian e acquista popolarità nell’Ottocento in quanto diviene la calzatura preferita degli studenti dell’Università di Oxford, e di fatto viene conosciuta con il nome del prestigioso ateneo inglese, ma anche con quello di Balmorals, dal nome del castello scozzese della Regina; è anche detta Francesina o Richelieu.

Nel XX secolo, le Oxford vengono adottate come parte integrante del costume dei Teddy Boys (anni Quaranta) che cercavano di rivivere lo stile del periodo Eduardiano (1901 – 1910)

Oggi il termine Oxford viene spesso usato per riferirsi alla scarpa maschile formale ed elegante in generale e ne esistono di vari tipi.

La Francesina liscia

La scarpa francesina “liscia” consiste essenzialmente solo di due elementi: la mascherina e la tomaia. Non ha aggiunte sulla punta né decorazioni particolari. Una scarpa semplice ma impeccabile che è la compagna perfetta dello smoking o del frac, in questi casi occorre che i lacci delle scarpe siano un pò più larghi del normale, in modo tale da richiamare il papillon. Ovviamente l’unico colore ammesso per questa scarpa è il nero!

La Francesina con puntale 

Conosciuta anche come Cap Toe è la scarpa perfetta per l’uomo d’affari. Anche in questo caso il colore più diffuso è il nero, ma apprezzate ed ammesse sono anche le Cap Toe in marrone, sangue di bue e tinte un pò più chiare o più scure. La sua caratteristica è il puntale nella parte avanzata della scarpa.

La Brogue o Wingtip Oxford

La Brogue – chiamata in inglese Wingtip Oxford – è semplicemente una francesina il cui puntale si estende ad ali di gabbiano su entrambi i lati della scarpa. Dona a chi la indossa uno stile elegante e al tempo stesso casual, tanto è vero che la si può portare assieme a un abbigliamento “country”, anche molto colorato. Anche per questo motivo, la scarpa è però da sconsigliare in eventi formali in cui è richiesto un abito elegante.

 

LASCIA UNA RISPOSTA