BRETELLE: DALL’INTIMO ALL’ACCESSORIO

515
0
CONDIVIDI

shutterstock_223162651

Il primo prototipo di bretelle compare durante la Rivoluzione Francese con la funzione di sorreggere i pantaloni lunghi privi di bottoni. Il modello attuale, invece, è stato ideato da Albert Thurston all’inizio dell’Ottocento, ed è presto diventato di uso comune. Sino agli anni Quaranta del ventesimo secolo le bretelle furono considerate un indumento simile alla biancheria intima, da tenere, quindi, rigorosamente nascoste sotto la giacca o il gilet; è a partire dalla metà del secolo che tornano in voga non solo in quanto rimpiazzo della più scomoda cintura, ma anche in qualità di accessorio di tendenza. Ancora oggi, oltre a sostituire la cintura, le bretelle rappresentano un elemento di stile e di eleganza, apprezzate e indossate dai gentleman in ogni occasione: in ufficio o nel tempo libero, le bretelle non sono mai fuori luogo.

Esistono due modelli di bretelle, uno disegna sulla schiena una X, ed è indicato per un look casual; il secondo, invece, unisce le due bande di tessuto in una Y ed è più adatto ad un abbigliamento formale, quindi perfetto da accostare ad abiti “business” e semi-formali.

Essendo ormai divenuto un accessorio di uso comune, il mercato ne propone per tutte le tasche e per tutti gli stili: in tessuto elasticizzato, in cotone, ma le più eleganti sono indubbiamente quelle realizzate in seta o in pelle la cui lunghezza si dispone grazie all’utilizzo di appositi regolatori in metallo.

Le bretelle si agganciano ai pantaloni per mezzo di apposite clip o bottoni: le prime sono cucite alle estremità delle fasce di tessuto e sono le più semplici da applicare e rimuovere, ideali per un outfit casual. Le bretelle più indicate per un abbigliamento formale, invece, per essere indossate, richiedono l’ausilio di bottoni, generalmente cuciti nella parte interna dei pantaloni, essi verranno inseriti nelle asole praticate nelle apposite estensioni in pelle delle bretelle. Sebbene le bretelle che dispongono di questi occhielli sono le uniche da indossare con abiti eleganti, possono anche essere scelte per dare un tono più ricercato a un abbigliamento informale, per esempio, su molti jeans vengono ormai applicati dei bottoni, all’esterno del pantalone, dove poter agganciare le bretelle.

download

Questo dimostra che, contrariamente a quanto avveniva in passato, le bretelle sono un accessorio di grande tendenza, proposte su molte passerelle, un’aggiunta di ricercatezza che spezza la monotonia del formale con un guizzo di colore o che esalta, con uno slancio di creatività, una mise più sportiva.

Non esiste una regola per l’abbinamento di colori e di fantasie tra le bretelle e le altre componenti dell’outfit: come tutti gli accessori, esse devono esprimere la personalità di chi le indossa senza mai trascurare, naturalmente, il buongusto e il buonsenso

LASCIA UNA RISPOSTA