Borse a tracolla: quando l’originalità determina lo stile

341
0
CONDIVIDI

Seppur non è un accessorio propriamente tipico dello stile dandy, la borsa a tracolla per uomo rappresenta ormai un indispensabile equipaggiamento per portarsi dietro tutto il materiale tecnologico necessario.

Ricomparse da qualche anno in gran massa, le borse a tracolla sembrano sempre un oggetto fuori stile, difficilmente associabili in maniera decente con il resto dell’abbigliamento. Tuttavia la necessità di portarsi dietro tablet, pc e notebook, ha imposto immediatamente alle case della moda di munirsi di un ricco catalogo riguardo questi articoli. Le scelte sono varie e cercano di soddisfare tutti gli stili, dal “tutto pelle” a quelle inguardabili con la presenza del logo in bella mostra, sono ben poche quelle che possono essere inserite in un catalogo degno dell’attenzione di un dandy.

Meglio allora rivolgersi a produzioni personalizzate o almeno capaci di distinguersi da un mercato sin troppo saturo, premiando l’originalità e facendo della borsa a tracolla il perno intorno al quale far ruotare l’intero abbigliamento.

Un’azienda svizzera sta conoscendo da qualche anno un grande successo di pubblico per le sue borse ricavate dai teloni logori dei rimorchi degli autotreni; si tratta di uno stile che unisce materiali di scarto, e quindi tutt’altro che nobili, con una tecnica di lavorazione particolareggiata e personalizzata. Un software permette a ciascuno di disegnare la propria borsa, decidendo quali tagli operare e quindi che disegno e quale cromia riservare per la propria borsa, su un catalogo di diversi teloni da tir.

L’alta tecnologia nella logistica e nella lavorazione permette così di nobilitare un materiale che possiede comunque delle ottime proprietà protettive (all’acqua e al caldo) confezionando oggetti che sono unici e irripetibili, pur se accomunati da un’estetica collettiva che li rende immediatamente riconoscibili.

LASCIA UNA RISPOSTA